top of page

Esposizioni

VV8artecontemporanea

sabato 13 aprile 2024

|

WINFRED GAUL

MARKIERUNGEN opere 1972-77

In continuità con le precedenti mostre ad esponenti nazionali ed internazionali della pittura astratta ed analitica della seconda metà del XX secolo, VV8artecontemporanea presenta una selezione di opere di grande, medio e piccolo formato di Winfred Gaul, appartenenti alla celebre serie Markierungen, esposte nella sezione pittura di DOCUMENTA_6 di Kassel 1977 in Germania; a completare l’esposizione diverse opere su carta dello stesso periodo .

Vernissage

sabato 13 aprile 2024

16:00

Esposizione

12 apr 2024

al

24 mag 2024

VV8artecontemporanea

Via dell’Aquila, 6/c - Reggio Emilia

Catalogo
Catalogo
Video
Video
Rassegna Stampa

In continuità con le precedenti mostre ad esponenti nazionali ed internazionali della pittura astratta ed analitica della seconda metà del XX secolo, VV8artecontemporanea presenta una selezione di opere di grande, medio e piccolo formato di Winfred Gaul, appartenenti alla celebre serie Markierungen, esposte nella sezione pittura di DOCUMENTA_6 di Kassel 1977 in Germania; a completare l’esposizione diverse opere su carta dello stesso periodo .


Artista tedesco, nato a Dusseldorf nel 1928, Winfred Gaul è dotato e determinato nelle sue ricerche stilistiche, nei suoi interessi culturali, nelle scelte compiute. Si può tranquillamente affermare che la sua opera, in buona parte, non solo “trascende l’attualità dell’epoca”, ma appare tuttora salda e organica ai processi di riduzione e di azzeramento linguistico che si sono succeduti nell’arte internazionale degli anni sessanta e settanta, in cui si annovera proprio il ciclo pittorico Markierungen.

In molte versioni delle opere presenti in mostra le linee orizzontali o verticali bianche, rosse, blu, nere o gialle, insieme ai colori stesi su supporti di tela, acrilici, pastelli, gesso, polymer, danno vita ad una “teoria visiva” frutto stesso del dipengere e della fenomenologia degli esiti che si rivelano durante l’atto pittorico.

Gaul ci avverte che l’atto è tutt’altro che tautologico ma……. fecondo di ambiguità!

Come le note in musica così quella delle superfici, delle linee, dei colori della pittura giungono alla percezione individuale come uno spazio-tempo organizzato che dà significato e forma alla pittura e all’arte quali esperienze della realtà.


La mostra WINFRED GAUL  MARKIERUNGEN opere 1972-77, sarà visitabile dal 13 aprile 2024, da martedì a sabato con orario 10.00-13.00 e 16.30- 19.30, oppure su appuntamento. Si ringrazia per la preziosa collaborazione Roberto Peccolo.


Winfred GAUL è nato nel 1928 a Düsseldorf. Dopo aver frequentato nel 1949 l’Università di Colonia, nel 1950 si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Stoccarda. Per fare arte, Gaul, sceglie senza indugi la pittura, cui rimane costantemente fedele fino alla sua ultima opera. Nel campo della pittura esordisce con dipinti di matrice informale che espone nella sua prima personale, alla Galleria Gurlitt di Monaco di Baviera nel 1956. Sempre con quadri elaborati all’interno delle poetiche dell’informale, nel 1959 viene invitato a “documenta 2” di Kassel. Il soggiorno romano del 1961 segna per Gaul l’abbandono dell’informale in favore del cosiddetto “periodo dei segnali”: acrilici su formati sagomati, caratterizzati da profili e contrasti netti, colori saturi. Di ritorno in Europa, dopo un’esperienza negli Stati Uniti, l’artista tedesco si dedica a più riprese anche all’insegnamento. Nel 1968, mentre è di stanza a Genova per preparare la sua personale alla Galleria La Polena dell’anno seguente, conosce Gianfranco Zappettini, cui lo legherà fino all’ultimo una forte amicizia. Grande esperto di astrazione italiana, assieme a Zappettini e al critico tedesco Klaus Honnef è tra i fondatori teorici della Pittura analitica. È del 1973 la sua prima retrospettiva presso il Westfälischer Kunstverein di Münster. Tra le mostre collettive dedicate all’astrazione internazionale, negli anni Settanta ha partecipato a “Tempi di percezione” (Livorno, 1973), “Un futuro possibile. Nuova pittura” (Ferrara, 1973), “Geplante Malerei” (Münster, 1974), “Analytische Malerei” (Düsseldorf, 1975). Nel 1977 ritorna a Kassel, invitato a “documenta 6” con le “Markierungen”.

Le sue opere su cartone note come “quadri neri” e “recycling” caratterizzano il biennio 1981-1983. La prima retrospettiva dell’opera su carta di Winfred Gaul arriva invece nel 1988, al Museum Morsbroich di Leverkusen. La produzione degli ultimi due decenni è impostata su composizioni corsive calibrate sui contrasti cromatici come testimoniano, tra le altre, le personali tenutasi al Von der Heydt-Museum di Wuppertal nel 1998 e alla galleria Brüning & Zischke a Düsseldorf nel 2000.


SCHEDA TECNICA:

WINFRED GAUL  MARKIERUNGEN opere 1972-77

A cura di VV8artecontemporanea in collaborazione con R.Peccolo

Foto: Fabrizio Cicconi

Date: 13 aprile  - 25 maggio 2024

Orari: da martedì a sabato ore 10.00-13.00 e 16.00-19.30, oppure su appuntamento










bottom of page